Share |
Piano Straordinario per il lavoro in Sicilia: Opportunità giovani PDF Stampa
Giovedì 30 Maggio 2013 19:23

Attuazione "Piano Straordinario per il lavoro in Sicilia: Opportunità giovani" - Priorità 3 - Attività Formativa annualità 2013/2014

La Regione Siciliana per contrastare e prevenire il fenomeno della disoccupazione e della inoccupazione giovanile, intende promuovere, per l'annualità 2013/2014, un'offerta formativa che tenga in debita considerazione i fabbisogni del mercato del lavoro, garantendo l' occupabilità dei destinatari degli interventi formativi. A tal fine, l'Assessorato all'Istruzione ed alla Formazione Professionale, nell'ambito del "Piano Straordinario per il lavoro in Sicilia: Opportunità giovani", con finanziamento a carico del Fondo di rotazione ex lege 183/87, giusta Decreto n. 25/2013 registrato dalla Corte dei Conti in data 23 maggio 2013, in corso di pubblicazione in GURI, ritiene dover proporre un'articolata ed ampia azione formativa rivolta ai giovani siciliani, i vi compresi i soggetti delle fasce svantaggiate e a rischio di marginalità sociale o a bassa scolarità o livello formativo, con l'obiettivo di facilitarne l'inserimento nel mercato del lavoro.

In ragione di ciò, l'Amministrazione reputa necessario attivare, con immediatezza, la priorità n.3 del citato Piano, denominata "Formazione Giovani", allo scopo di attuare percorsi formativi realmente rispondenti all'esigenze del mercato del lavoro in Sicilia, rilevate attraverso processi di confronto con il sostrato socio economico integrati dai dati statistici Censis e Istat, che hanno consentito di effettuare una analisi accurata dei profili professionali e delle filiere produttive cui è riconducibile la domanda di lavoro in Sicilia. Per conseguire questo obiettivo l'Amministrazione regionale intende procedere, nei limiti delle risorse a ciò destinate, alla dedizione dei percorsi formativi, realizzati con successo nell'annualità 2012/2013 sull'ambito "FORGIO" dell'avviso "Percorsi formativi per il rafforzamento del! 'occupabilità e del! 'adattabilità della forza lavoro siciliana".

La riedizione dei pacchetti formativi nell'ambito citato non potrà superrare 1'85% del volume economico dei singoli pacchetti come approvati e finanziati nell'annualità precedente. I soggetti attuatori, a tal fine, dovranno prioritariamente procedere alla esclusione dai pacchetti formativi dei corsi della tipologia e delle filiere di cui all'allegato elenco, in quanto l'offerta si rivelerebbe sovradimensionata ai fabbisogni formativi e non conforme al principio di occupabilità su cui è improntata la finalità del Piano. In ordine ali' ambito F AS dello stesso avviso, l'Amministrazione regionale , tenuto conto delle risorse a ciò destinate, intende procedere alla riedizione del 25% dei percorsi formativi utilmente inseriti nella graduatoria per l'annualità 2012 2013, prioritariamente rivolti ai soggetti disabili e ai soggetti in stato di detenzione.

Alla luce di quanto precede gli enti gestori di progetti formativi, utilmente inseriti nella graduatoria relativa all'avviso "Percorsi formativi per il rafforzamento del! 'occupabilità e dell'adattabilità della forza lavoro siciliana", annualità 2012/2013, ambito "FORGIO" interessati all'attuazione della seconda edizione dei corsi aventi le caratteristiche di cui sopra dovranno manifestare, entro giorni 7 (sette) dalla pubblicazione della presente direttiva sul sito istituzionale dell'Assessorato, la disponibilità alla loro realizzazione.

Entro lo stesso termine i soggetti attuatori di progetti formativi, utilmente inseriti nella graduatoria relativa all'avviso "Percorsi formativi per il rafforzamento dell'occupabilità e del! 'adattabilità della forza lavoro siciliana", annualità 2012/2013, ambito "FAS", previa selezione del 25% del monte ore riconosciuto e finanziato, dovranno proporre ali' Amministrazione regionale la riedizione delle seconde annualità secondo aggregazioni corsuali coerenti che prioritariamente identifichino i destinatari delle attività formative nei soggetti disabili o in stato di detenzione.

Le manifestazioni di interesse dovranno essere inoltrate al Dipartimento regionale dell'Istruzione e della Formazione professionale Servizio III tramite consegna a mano (dalle 9.00 alle 13.00 dei giorni lavorativi) oppure mediante raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Regione Siciliana - Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale Via Ausonia, 122- 90146- Palermo. Al riguardo si precisa che fa fede il timbro del protocollo di accettazione della segreteria di Direzione del Dipartimento o il timbro postale. L'Amministrazione non assume responsabilità per eventuali ritardi o disguidi del servizio postale.

La manifestazione di interesse, debitamente sottoscritta dal legale rappresentante dell'organismo formativo corredata dalla fotocopia del documento di riconoscimento valido in allegato, è considerata ricevibile a condizione che sia corredata da autocertificazione resa, ai sensi del D.P.R. n. 445 del28 dicembre 2000, contenente:

l. i nominativi, con relativi dati anagrafici, del personale docente e non docente in servizio presso l'Organismo formativo con contratto di lavoro a tempo indeterminato alla data del 31112/2008 e avente i requisiti per l'iscrizione all'Albo di cui alla circolare dell'Assessorato regionale dell'Istruzione e della formazione professionale n. l del 15 maggio 2013 (pro t. 2026/GAB del 15 maggio 2013 ), con l'indicazione dei titoli di studio e professionali dagli stessi posseduti nonché delle mansioni svolte; 2. specifica dichiarazione in ordine al rispetto delle prescrizioni previste dali' avviso citato quali condizioni per la eventuale riedizione dei corsi, ossia:

• il finanziamento relativo al pacchetto formativo, approvato nella precedente annualità, non sia stato oggetto di revoca;

•l'Organismo formativo abbia dichiarato, al momento della presentazione della proposta, la propria disponibilità a realizzare le successive edizioni dei percorsi formativi, anche rimodulandole.

• i soggetti finanziati a valere sul citato avviso, abbiano comunicato all'Amministrazione regionale (Dipartimento Istruzione e Formazione Professionale) i dati relativi al bilancio, di cui all' art. 7.1 sempre dello stesso avviso.

• il soggetto attuatore, qualora si sia reso necessario ampliare il proprio organico, abbia onorato l'impegno ad utilizzare personale, docente e non docente, attingendo dall' Elenco regionale ad esaurimento degli operatori della formazione professionale;

Si precisa, infine, che l'Amministrazione inserirà, in sede di rinnovo delle convenzioni, specifiche clausole per la tutela dei lavoratori nel rispetto delle norme di garanzia previste dalla legge regionale 24/76 e successive modifiche ed integrazioni.

Acquisite le manifestazioni di interesse l'Amministrazione comunicherà ai soggetti beneficiari le modalità di inoltro dei progetti esecutivi dei pacchetti formativi rimodulati e del relativo Atto di adesione.

Tutti i dati fomiti dal beneficiario nell'ambito della presente procedura verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. n. 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali".

Scarica allegato: Direttiva 2247 del 30 Maggio 2013

Scarica allegato: Elenco

Leggi anche:

Manifestazioni di protesta e iniziative di Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Giugno 2013 14:22
 
Joomla SEO powered by JoomSEF
Valid XHTMLand CSS.